Con il cancro del forum cancro alla prostata

Cancro alla prostata metastatico: disponibile anche in Italia enzalutamide prima della chemio

Cè una goccia di prostata

Visitano il forum: Google [Bot] e 0 ospiti. Logout Logout Iscriviti. Passa al contenuto. Collegamenti Rapidi. George Thalmann, direttore e primario presso la clinica e il policlinico per urologia dell'Ospedale Insel a Berna, risponde alle vostre domande: Le presenti risposte sono una presa con il cancro del forum cancro alla prostata posizione di carattere generale. Se dovessero sorgere domande o ambiguità, favorite rivolgervi alle consulenti specializzate della Linea cancro.

Numero gratuito 11 88 11 oppure e-mail helpline krebsliga. Ho 52 anni: con che frequenza dovrei sottopormi a esami per il riconoscimento precoce del carcinoma della prostata?

Grazie per la risposta. Ursus Risposta del Prof. Per lo più, essa è da ricondurre a una causa banale e scompare entro poche settimane. Alcune possibili cause della presenza di sangue sono l'elenco non è esaustivo : infiammazioni dell'uretra, della prostata, della vescicola seminale o dell'epididimo.

Inoltre, lo sperma potrebbe tingersi di sangue anche dopo una lesione traumatica dei genitali. Per quanto riguarda la sua domanda sulla frequenza delle visite per individuare precocemente un carcinoma della prostata: con il cancro del forum cancro alla prostata esistono linee guida universalmente riconosciute.

La Società Svizzera di Urologia SSU raccomanda a tutti gli uomini a partire dai 50 anni un controllo periodico della prostata mediante palpazione e dosaggio del PSA, se la diagnosi implica conseguenze terapeutiche.

Un uomo con parenti stretti padre, fratello, figlio che hanno già sofferto di carcinoma della prostata presenta un rischio tre volte più elevato di carcinoma della prostata rispetto a un uomo senza predisposizione familiare. Chieda consiglio sul riconoscimento precoce del carcinoma della prostata al suo medico di famiglia, le saprà illustrare i benefici e gli svantaggi e insieme potrete decidere meglio se e quali indagini siano adatte al suo caso.

Domanda di Toni: 1. Terapia antiormonale con Zoladex iniezione trimestrale: è possibile una terapia alternata, con periodi di interruzione, o la terapia deve essere condotta in modo continuativo anche con un PSA di 1,03 in presenza di sospette metastasi nei linfonodi? Nello stesso caso, sono consigliabili regimi alimentari o una consulenza dietistica, come trattamento complementare?

Risposta del Prof. Thalmann: Buongiorno Toni, 1. La privazione ormonale continua nel carcinoma prostatico ormono-dipendente in stadio avanzato o in presenza di metastasi costituisce attualmente il trattamento standard.

Con il trattamento antiormonale intermittente o alternato si spera di ottenere una risposta più lunga alla terapia e una migliore qualità della vita nelle fasi senza terapia. Finora con la terapia intermittente non sono stati messi in evidenza svantaggi per il paziente, e il miglioramento della qualità della vita è stato documentato in tutti gli studi. Attualmente si sa che dalla terapia ormonale intermittente traggono giovamento soprattutto i pazienti con tumori della prostata ormono-dipendenti con recidiva di PSA senza metastasi rilevabili, i pazienti con metastasi e tumore di piccole dimensioni o i pazienti che soffrono molto della privazione ormonale.

Mancano ancora dati conclusivi sulla sopravvivenza con questa terapia. Prima di iniziare il trattamento, il suo medico deciderà per quanto tempo con il cancro del forum cancro alla prostata Zoladex nel blocco ormonale intermittente e stabilirà la durata delle pause terapeutiche, di regola in base ai valori di PSA. Non esiste una dieta specifica per il carcinoma della prostata e nemmeno viene raccomandata.

Esistono indizi che suggeriscono una possibile utilità di acidi con il cancro del forum cancro alla prostata insaturi, molta verdura cavoli, pomodori cotti e frutta come il melograno. Domanda di guep: In caso di aumento del PSA dopo intervento chirurgico recidiva : - quali opzioni di trattamento sono disponibili oltre al blocco ormonale quando MRI, scintigrafia e radiografia non mettono in evidenza alcuna metastasi?

E ancora: dipende dal tempo di raddoppiamento del PSA? Thalmann: Buongiorno guep, Lei mi ha rivolto 3 domande: 1.

In caso di aumento del PSA dopo intervento chirurgico recidivaquali opzioni di trattamento sono disponibili oltre al blocco ormonale quando MRI, scintigrafia e radiografia non mettono in evidenza alcuna metastasi?

Dopo asportazione totale della prostata, con il cancro del forum cancro alla prostata nuovo aumento dei valori di PSA e dopo aver eseguito una radioterapia, il blocco ormonale costituisce di regola v. Esistono nuove ricerche che aprono la strada a terapie disponibili in tempi brevi per questi casi? Sono emersi diversi risultati scientifici, che con il cancro del forum cancro alla prostata valutati in studi clinici come ad esempio quello del Gruppo svizzero di ricerca clinica con il cancro del forum cancro alla prostata cancro SAKK o quello della Organizzazione europea per la ricerca e il trattamento del cancro EORTC.

Centri universitari o grandi ospedali cantonali sono di regola coinvolti in tali protocolli di ricerca. Nella quotidianità clinica, tuttavia, questi approcci terapeutici non si sono ancora consolidati. A partire da quali valori di PSA va iniziato un blocco ormonale? Un tempo rapido di raddoppiamento del PSA suggerisce una crescita tumorale di tipo aggressivo.

Se il tempo di raddoppiamento del PSA è inferiore a 12 mesi, va presa in considerazione una terapia ormonale. È vero? Thalmann: Non del tutto. La causa non è ancora stata chiarita. Siccome in Asia si consuma più tè verde rispetto al mondo occidentale, si è esaminato questo fattore. A questo scopo, in un ampio studio giapponese sono stati intervistati 50' uomini sul loro consumo di tè verde.

Tuttavia, bevendo tè verde non si è abbassato il rischio di carcinoma della prostata. Si ritiene, quindi, che il tè verde possa eventualmente rallentare la progressione del carcinoma della prostata, ma che non ne prevenga la comparsa. Domanda di Roni Prof. Thalmann, mi trovo ad affrontare la decisione sulla scelta della terapia ottimale per il mio con il cancro del forum cancro alla prostata.

Strategie di riserva: quali opzioni, terapie, rimangono dopo il fallimento di una radioterapia? Cordiali saluti Roni44 Risposta del Prof. Thalmann: Buongiorno, Lei ha posto diverse domande. In linea di principio le consiglio comunque di ottenere un secondo parere. Un parere specialistico sulla terapia medica ottimale nel suo caso presuppone uno studio più approfondito della sua documentazione clinica.

Le consulenti specialistiche della Linea cancro 11 88 11 la indirizzeranno al corrispondente centro di competenza. A questo proposito non sono stati condotti studi comparativi. Raramente, possono risultarne lesioni di organi adiacenti, quali il retto. Con il cancro del forum cancro alla prostata Lei chiede qual è il rischio di comparsa di tumori secondari dopo radioterapia della prostata.

Lei chiede quali opzioni terapeutiche sono ancora disponibili dopo scarsa risposta alla radioterapia. La terapia chirurgica dopo radioterapia è possibile solo in casi selezionati ed è gravata da un rischio più elevato di incontinenza urinaria. Inoltre, è possibile effettuare delle biopsie alla ricerca di eventuale tessuto tumorale vivente.

Domanda di Pietro: Salve Prof. Thalmann, Ho 68 anni. Cinque settimane fa mi sono sottoposto a un intervento sulla prostata piccola operazione di riduzione del volume, perché avevo un residuo di urina relativamente grande. La ringrazio in con il cancro del forum cancro alla prostata per la risposta e porgo cordiali saluti, Pietro Risposta del Prof. Thalmann: Buongiorno Pietro, La situazione che mi ha descritto è molto frequente.

Il modo di procedere dipende, di regola, dal tipo biologico del tumore. Le cellule tumorali vengono classificate come ben differenziate quando sono simili alle cellule normali. Spesso, i carcinomi ben differenziati, piccoli, riconosciuti in tempo, crescono molto lentamente e non portano mai a una malattia percettibile. Il modo di procedere viene poi rivalutato a seconda dei risultati dei controlli.

Domanda di Ernst: Seguo una radioterapia della prostata. Posso andare in bicicletta? Non cerchi di superare i suoi record personali e inizi l'attività sportiva moderatamente. Con il cancro del forum cancro alla prostata negozi specializzati oggi sono disponibili dei sellini speciali. Faccia in modo di non sudare troppo, per non sbiadire le marcature. Inoltre, prima del prelievo per la determinazione del PSA dovrà rinunciare ad andare in bicicletta. Mille grazie per la sua disponibilità.

Cordiali saluti Andreas Risposta del Prof. Il nuovo aumento del PSA, infatti, non consente di escludere una nuova crescita del tumore. Anche la scelta del trattamento dipende in parte dai parametri sopra elencati.

Eventualmente sono necessari esami per immagini. Consulti il suo medico curante. Esistono indizi che suggeriscono una possibile utilità soprattutto di cavoli, pomodori cotti, melograno e albicocche, sul decorso del carcinoma della prostata.

La terapia con vischio è un altro trattamento complementare usato soprattutto nella medicina antroposofica e la cui efficacia non è ancora stata documentata. Gli studi finora condotti non hanno potuto dimostrare alcun effetto diretto sulla crescita del tumore, tuttavia suggeriscono che, ad esempio durante una chemioterapia, la terapia con vischio possa migliorare la qualità di vita.

Molti pazienti riescono a superare meglio la malattia prendendo delle iniziative autonome e partecipando attivamente alla gestione del tumore. Le possibilità di migliorare il proprio benessere con la medicina complementare sono molteplici e diverse come sono diversi i pazienti.

È difficile dare un consiglio in questo campo. In questo modo è possibile valutare nella maniera corretta eventuali interazioni ed effetti collaterali del trattamento. Domanda di Gerda: Salve Prof. Thalmann, Mio marito ha 73 anni e un mese fa gli è stato diagnosticato un carcinoma della prostata. Purtroppo non è possibile un'operazione, ma solo la radioterapia, cosa che lui sta facendo.

Degli amici tedeschi ci hanno consigliato il metodo del Prof. Lei che cosa ne pensa? Grazie per la sua risposta. Thalmann: Buongiorno Gerda, Infatti, in Svizzera la terapia ormonale tripla secondo Leibowitz non è considerata la terapia standard del carcinoma prostatico in stadio avanzato.